Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016 Questo sito utilizza cookie di terze parti per conoscere le tue preferenze ed inviarti pubblicità in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso a questi cookie, accedi alla Informativa estesa sull'utilizzo dei cookie - Cookie policy. Cliccando su "Accetto", scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies in conformità con la nostra Cookie policy.

Vantaggi e svantaggi del project financing

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tra le ragioni più importanti che possono spingere un'impresa a considerare il project financing è la possibilità di limitare l'impatto sul proprio bilancio di un eventuale fallimento del progetto, possibilità che diventa determinante qualora il progetto sia di dimensioni alte rispetto alla base patrimoniale dell'Azienda.

Un elemento a favore è la modalità di finanziamento ed il suo trattamento contabile. Infatti con il project financing le imprese possono accedere a nuovi finanziamenti "fuori bilancio", evitando così i propri indici di indebitamento.

Con il project financing le imprese possono beneficiare di un'elevata leva finanziaria. Con un flusso di cassa atteso "capiente" e un sistema coordinato di contratti sottostanti si potrà impostare un elevato rapporto di indebitamento sul progetto, con percentuali che vanno dal 70% al 90% rispetto al capitale proprio.

Il project financing per le imprese presenta anche delle controindicazioni.

Il costo finanziario di un'operazione di questo tipo è più elevato rispetto ad un finanziamento bancario di pari importo e caratteristiche.

Il coinvolgimento di più finanziatori e di numeroso contraenti per dar luogo ad una struttura contrattuale coordinata e coerente richiede tempo e competenze specifiche. che di riflettono in elevati costi legali, tecnici e finanziari.

Se un project financing ha costi di organizzazione normalmente elevati, è comprensibile che sia particolarmente indicato ed efficace pre progetti di alte dimensioni. E ciò è tanto più vero quanto meno è diffusa a livello cultuirale e giuridico, la conoscenza di questa opportunità.

Tuttavia il project financing si applicano indipendentemente dalle dimensioni del progetto.

Ancora, in operazioni di questo tipo, il controllo delle banche sul progetto è molto forte e ne riguarda tutti gli aspetti. Ciò può essere indesiderati dalle imprese.

Principali equivoci sul project financing

Tra le idee più comuni riguardo al project financing vi è la convinzione assai diffusa che l'apporto del capitale di rischio nella Spv, società di progetto, da parte dei promotori sia necessariamente modesto.

Ebbene anche se è spesso una caratteristica project financing quella di presentare un'elevata leva finanziaria, tuttavia l'intervento delle bance si realizza prevalentemente nella forma del credito piuttosto che del capitale di rischio.

Se è così, le banche non sono disposte a correre il rischio commerciale pieno, tipico degli azionisti, e valuteranno il rapporto debito-capitale di rischio sulla base del rischio commerciale del progetto.

Forme di intervento dell banche

Le banche considerano il project financing principalmente come una tecnica di finanziamento di investimenti piuttosto che una forma di partecipazione al capitale di rischio di nuove iniziative imprenditoriali. Il loro intervento in veste di socio del progetto è quindi un elemento raro.